News

Bando Borsa di studio n. 2/2017 "Process Mining" - responsabile scientifico Prof. Marco Ferrante

Scadenza (Deadline): 26.01.2017

ARGOMENTI: Borse di studio

BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO E RICERCA POST LAUREAM (N. 2/2017) PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ DI RICERCA NELL’AMBITO DEL PROGETTO SIAV-BORSE DI RICERCA “Process Mining”

Con riferimento al Progetto SIAV-Borse di ricerca "Process Mining", è aperta una selezione per n.1 borsa di studio per attività di ricerca della durata di 7 (sette) mesi e dell’importo mensile lordo percipiente di Euro 1.067,00 (mille e sessanta sette) con inizio presumibilmente dal 1 febbraio 2017, da svolgersi presso il Dipartimento di Matematica sotto la supervisione e la responsabilità scientifica del Responsabile Scientifico della ricerca Prof. Marco Ferrante.
L’attività di ricerca sul tema “Assessment of Evaluation Measures for Information Retrieval and Extraction from Information Systems Supporting Business Processes” è finalizzata allo studio delle proprietà matematiche delle misure di valutazione relative a tecniche di recupero della informazione da sistemi a supporto dei processi di business. In particolare, lo studio si focalizzerà sulla stima dell'incertezza inerente nella osservazione e estrazione delle informazioni, utilizzando come metodologia di riferimento la teoria della misurazione e dei processi stocastici.
Il candidato deve essere in possesso di una Laurea Magistrale in Matematica rilasciata da una Università italiana, o di un titolo conseguito all'estero ritenuto equivalente. Il candidato deve documentare la sua competenza nel settore del Calcolo delle probabilità e dei Processi Stocastici, con particolare riferimento alle matrici aleatorie.
La domanda in carta semplice, unitamente a copia o certificazione dei titoli universitari, alle pubblicazioni o altri titoli che il candidato stesso riterrà opportuno allegare, dovrà essere, a pena di esclusione, presentata o inviata via fax (049/8271499) entro il 26 gennaio 2017 al Direttore del Dipartimento di Matematica, via Trieste 63, 35121 Padova (non fa fede il timbro postale). In alternativa la domanda potrà essere spedita all’indirizzo pec dipartimento.math@pec.unipd.it secondo le opzioni di seguito riportate: 1) PEC + firma digitale sulla istanza e su tutti i documenti in cui è prevista l’apposizione della firma autografa in ambiente tradizionale; 2) PEC + copia della domanda sottoscritta in modo autografo + copia del documento di identità del sottoscrittore; tutti i documenti in cui è prevista l’apposizione della firma autografa in ambiente tradizionale dovranno essere analogamente trasmessi in copia sottoscritta (pdf); 3) CEC PAC (pec proprietaria) unitamente alla relativa documentazione (DPCM 6/5/2009 prevede l’identificazione del richiedente per il rilascio). Per l’invio telematico di documentazione dovranno essere utilizzati formati statici e non direttamente modificabili, privi di macroistruzioni e di codici eseguibili, preferibilmente pdf.
I documenti, i titoli e le pubblicazioni devono essere prodotti in originale, copia autenticata, ovvero in copia semplice accompagnata dalla dichiarazione sostitutiva di certificazione resa dal concorrente stesso seguendo il facsimile disponibile nel sito: http://www.math.unipd.it/it/ricerca/bandi-concorsi/borse-studio
Saranno considerati titoli: le pubblicazioni scientifiche, compresa la Tesi di Laurea Magistrale, la conoscenza di altre lingue ed ogni ulteriore documentata attività di studio e di ricerca del candidato.
La selezione avverrà sulla base della valutazione comparativa dei titoli presentati dai candidati.
La borsa di studio di cui al presente bando non può essere cumulata con altre borse di studio a qualsiasi titolo conferite, tranne che con quelle concesse da istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare, con soggiorni all'estero, l'attività di formazione o di ricerca dei borsisti.
La borsa di studio non è rinnovabile.
L’erogazione della borsa potrà essere sospesa qualora il responsabile della Struttura dichiari che il borsista non svolge in modo regolare l’attività programmata.
Nei casi di rinuncia o d’interruzione della frequenza senza giustificati motivi sarà corrisposta la quota di borsa corrispondente al periodo di frequenza effettuato.
L'erogazione delle borse non rappresenta in alcun modo un rapporto di lavoro dipendente né con l'Università né con l'Ente erogatore dei fondi. Le borse di studio di cui al Regolamento di Ateneo non sono soggette alle ritenute fiscali, così come previsto dall’art. 4, comma 3 della Legge n. 210 del 03/07/1998. E' a carico del fruitore della borsa l'assicurazione contro le malattie.
La borsa di studio sarà soggetta alle ritenute fiscali previste dalla legge.
Il Dipartimento di Matematica si impegna ad estendere ai vincitori della borsa l'assicurazione infortuni, a carico dei finanziamenti derivanti dalle convenzioni/contratti di ricerca.


Padova, 11 gennaio 2017

Il Direttore del Dipartimento
Prof. Marco Ferrante

Download Domanda di partecipazione